31 marzo 2014

Brioche allo yogurt che fa bene alla salute


Oggi vorrei parlarvi di Loredana, la mia vicina di casa che mi ha fatto scoprire il caffè solubile Organo Gold. Questo è un caffè che fa bene alla salute. Ma davvero. Davvero davvero.
Perchè contiene il Ganoderma Lucidum, un fungo (non fatevi spaventare, non è allucinogeno!) dai poteri antiossidanti e curativi...e il caffè è buonissimo!



La ricetta di oggi è copiata paro-paro (o quasi) dal blog di Adriano:

Ingredienti:
  • 500 grammi di farina di forza (io ho usato metà farina manitoba Lo Conte e metà farina 0 del supermercato)
  • 100 grammi di latte
  • 150 grammi di yogurt (io al caffè)
  • 2 uova + 1 tuorlo
  • 100 grammi di zucchero
  • 60 grammi di burro
  • 1 cucchiaio di miele
  • una bustina di lievito secco (7 grammi)
  • 7 grammi di sale
  • 2 cucchiai di Marsala
  • 1 bustina di caffè nero Organo Gold
  • 3 cucchiai di crema di nocciole e uno di latte
  • 1 albume per spennellare
Ricetta:
  1. sciogliamo il miele e il lievito nel latte tiepido, poi aggiungiamo 90 grammi di farina, mettiamo nel forno spento per 90 minuti, fino al raddoppio; nella planetaria facciamo girare le uova e il tuorlo, metà zucchero e farina q.b. per incordare, quindi aggiungiamo lo yogurt in tre volte insieme alla restante farina e zucchero; una volta ben amalgamato uniamo il composto lievitato, il sale e per ultimo il burro a piccoli pezzi finchè non è completamente amalgamato;
  2. incordiamo, uniamo il liquore e la bustina di caffè solubile; togliamo la foglia, mettiamo il gancio e impastiamo a velocità 1,5 per una decina di minuti; lasciamo l'impasto nella ciotola e lo copriamo, lasciamo lievitare per 90 minuti al caldo; 
  3. rovesciamo sul tavolo ben infarinato e diamo un giro di pieghe a 4 (prendiamo i 4 angoli dell'impasto e li portiamo al centro), quindi capovolgiamo e lasciamo riposare ancora 10 minuti; quindi dividiamo l'impasto: 2/3 li useremo per le treccine e il rimanente per la treccia grande;
  4. dividiamo l'impasto delle treccine in palline da 70-80 grammi, quindi facciamo una classica treccia a 3 capi; per la treccia grande, stendiamo l'impasto in un rettangolo il più regolare possibile, spalmiamo con la crema di nocciole leggermente diluita con il latte e arrotoliamo, quindi tagliamo il rotolo a metà nel senso della lunghezza, arrotoliamo le due "fasce" e chiudiamo a formare un cerchio;
  5. lucidiamo con l'albume e lasciamo raddoppiare al caldo, almeno un'ora; quindi ri-lucidiamo e cuociamo le pezzature piccole a 170° per 15 minuti, quella grande per 25.







-Giugiu-

4 commenti:

  1. ...che spettacolo. Oltre a berlo, da questo momento in avanti posso anche mangiarlo. :-D

    RispondiElimina
  2. Deliziose!! Mi fanno una gola :)

    RispondiElimina
  3. Wow!! Il blog di Adriano è sicuramente una garanzia, ma le tue treccine bicolore sono venute davvero benissimo! :)

    RispondiElimina